Tutela legale, come avere la sicurezza di coprire le proprie spese in caso di contenzioso

Poter affrontare delle spese legali in completa tranquillità è una condizione imprescindibile dalla stipula di una polizza di tutela legale fatta a misura del cliente.
Questa di rivela quindi fondamentale laddove siamo coinvolti in un contenzioso penale o civile, sia che siamo noi ad arrecare danno a qualcuno, sia che siamo noi ad averlo subito e non siamo soddisfatti del risarcimento che ci hanno proposto.

La polizza sulla tutela legale ha inoltre alcuni aspetti da non sottovalutare: è estensibile ai familiari o ai conviventi (purché rientrino nel nostro stato di famiglia); ci può dare l’opportunità di scegliere il nostro legale di fiducia senza che ce lo impongano le compagnie assicurative, e possiamo sceglierlo anche in fase stragiudiziale, quindi fin dall’inizio; abbiamo la possibilità di opporci a eventuali sanzioni amministrative; copre i danni qualora questi fossero arrecati in caso di guida di un mezzo che non deve essere assicurato per legge, come per esempio le bici o i monopattini elettrici.

Come detto, la “tutela legale” copre le spese qualora subiamo un danno e non siamo soddisfatti del risarcimento che ci hanno proposto. Possiamo essere noi stessi vittime di un qualsiasi incidente e abbiamo il diritto di un risarcimento congruo, ma non sempre le nostre aspettative coincidono con quanto proposto: le spese per coprire il lavoro di un avvocato sono a carico della polizza di tutela legale, che così viene in nostro aiuto.
Gli esempi da presentare sono tantissimi, basti pensare a qualsiasi contenzioso che mette davanti due persone che vogliono far valere i propri diritti una sull’altra (il nostro cane morde qualcuno o noi stessi siamo morsi da un cane; il vicino ci fa causa per un problema secondo lui fondamentale o noi stessi siamo portati a fargli causa per un torto che che crediamo di stare subendo).

La “tutela legale” copre anche in quei casi in cui il contenzioso abbia un contesto aziendale: il datore di lavoro che intenta una causa contro un dipendente o viceversa, contro un cliente o un fornitore (anche di utenze e servizi), ha bisogno di sostenere dei costi legali per avere ciò che gli spetta. Ecco che entra in gioco la polizza di tutela legale.

In tutti questi casi la tutela legale diventa fondamentale per affrontare le spese per pagare un avvocato, e in questo modo possiamo avvalerci anche del lavoro di un professionista e garantirgli un compenso equo per avere noi stessi un trattamento all’altezza della situazione.
È quindi importante avvalersi dell’ausilio di professionisti altamente qualificati che siano in grado di dare risposte certe e al momento opportuno.
Uno di questi professionisti è sicuramente il broker assicurativo che lavora nell’esclusivo interesse del cliente, fornendogli le migliori soluzioni personalizzate.

Bartolozzi Assicurazioni Broker offre una consulenza gratuita che può aiutarti a trovare la soluzione giusta.
Per saperne di più, basta scrivere una mail a info@bartolozziassicurazioni.com o visitare bartolozziassicurazioni.com/contatti per conoscere le nostre sedi.


Quali sono le novità del Superbonus 110%

Quali sono le novità del Superbonus 110%

La nuova Legge di Bilancio 2021 ha stabilito alcune novità che aggiornano la norma relativa al cosiddetto "Superbonus 110%".Vediamo quali sono i punti principali della riforma. Il Superbonus 110% è stato prorogato al 30 giugno 2022 per quei lavori destinati ad essere...

Polizza D&O, quando è importante tutelare le proprie responsabilità

Polizza D&O, quando è importante tutelare le proprie responsabilità

Un sindaco, un dirigente, un amministratore, il presidente o il vice presidente di una società (ma anche altri ruoli, come per esempio quelli proposti al controllo sulla GDPR) devono rispondere di fatti che non dipendono direttamente dalla loro volontà.La cosiddetta...