Quali sono le novità del Superbonus 110%

La nuova Legge di Bilancio 2021 ha stabilito alcune novità che aggiornano la norma relativa al cosiddetto “Superbonus 110%”.
Vediamo quali sono i punti principali della riforma.

Il Superbonus 110% è stato prorogato al 30 giugno 2022 per quei lavori destinati ad essere completati entro la fine del 2021. Ci sono quindi altri sei mesi di tempo in più per completare i lavori.
È stata introdotta una norma per cui il bonus viene erogato anche se il “salto” energetico è di due classi.
Per quanto riguarda il cosiddetto “sismabonus”, esso viene erogato anche nelle zone sismiche che vanno dalla 1 alla 3, mentre nella precedente versione della legge era solo la zona 4 – la più pericolosa – a essere assoggettata da questa norma. In questo modo ne beneficiano anche le nostre province, poiché la loro zona appenninica rientra nella classe 3 e quella pianeggiante è in classe 2.
Per quanto riguarda invece le abitazioni plurifamiliari o i condomini, la proroga è stata portata al 31 dicembre 2022 solo alla condizione che i lavori abbiano raggiunto il 60% del loro completamento.

Zone sismiche Toscana
La classificazione sismica della Toscana. L’arancione indica la Zona 2, la gialla la Zona 1, la grigia la Zona 1, meno pericolosa. (fonte: Dipartimento di Protezione Civile).

Gli effetti dell’aggiornamento del superbonus si avranno anche per quei lavori destinati alla rimozione delle barriere architettoniche, mentre anche le seconde case sono diventate oggetto della norma aggiornata: si sblocca quindi la possibilità di usufruire del vantaggio economico non solo sulla prima casa.
Coinvolti anche gli edifici accastati in classe A/9, ovvero castelli, palazzi di interesse storico o artistico, a patto che siano aperti, anche parzialmente, al pubblico.
Infine, la nuova norma prevede che il bonus si possa erogare qualora un edificio sia stato demolito e quello nuovo venga ricostruito anche senza essere fedele alla conformazione originale.

Perché parliamo di bonus edilizio


Il committente che decide di fare i lavori per usufruire del superbonus ha bisogno di tutelarsi dai rischi che possono verificarsi, visto che se il bonus viene erogato, ma sorgono problemi per l’Agenzia delle Entrate, questa ha poi otto anni per rivalersi per eventuali irregolarità, applicando le sanzioni e gli interessi su queste.
Così, mentre i tecnici asseveratori hanno già la propria polizza assicurativa per eventuali errori commessi in fase di trattamento dei dati (il loro inserimento all’interno del portale Enea), è il committente a doversi tutelare da ogni errore colposo, visto che ne è l’unico responsabile.
Ecco spiegata la necessità di una polizza assicurativa che protegga il committente da eventuali incongruità dei lavori.

Bartolozzi Assicurazioni Broker offre una consulenza gratuita che può aiutarti a trovare la soluzione giusta.
Per saperne di più, basta scrivere una mail a bonus110@bartolozziassicurazioni.com o visitare bartolozziassicurazioni.com/contatti per conoscere le nostre sedi.

Nuovi orari di apertura dal 1° dicembre 2021

Nuovi orari di apertura dal 1° dicembre 2021

Dal 1° dicembre 2021 aumenta l'apertura delle sedi di Lamporecchio e Monsummano Terme.Saranno riservati degli spazi agli appuntamenti con i membri del nostro staff, per consentire ai nostri clienti di ricevere una maggior attenzione nella cura delle proprie pratiche...

Per sciare bisogna assicurarsi. Dal 1° gennaio 2022 scatta l’obbligo

Per sciare bisogna assicurarsi. Dal 1° gennaio 2022 scatta l’obbligo

È notizia degli ultimi giorni l'obbligatorietà di assicurarsi per chi va a sciare.Gli appassionati della settimana bianca dovranno quindi avere una polizza che sia in grado di coprire la "responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi".Così, mentre prima...